Indietro

01 ottobre 2022

Webuild e Open House, alla scoperta del cantiere della stazione di Monte Sant’angelo della Linea 7 della metropolitana regionale di Napoli

NOTE STAMPA

Arte e ingegneria si fondono nel cantiere con l’opera ciclopica di oltre 40 metri del grande artista Anish Kapoor

 

  • Due sculture ciclopiche dell’artista anglo-indiano Anish Kapoor all’ingresso della metropolitana
  • Il cantiere Webuild aderisce all’iniziativa Open House, dedicata a siti iconici normalmente non accessibili al pubblico

 

Napoli, 1° ottobre, 2022 – Il cantiere Webuild della Stazione di Monte Sant’Angelo di Napoli apre le porte al pubblico in via straordinaria in occasione di Open House 2022, evento annuale dedicato a siti e cantieri iconici dal punto di vista dell’architettura e normalmente non accessibili al pubblico. Oggi, a partire dalle ore 10:00 e fino alle ore 13:00, sarà possibile visitare una delle due sculture di dimensioni ciclopiche, ideate dall’artista anglo-indiano Anish Kapoor, che caratterizzano le due uscite della stazione. Il progetto di mobilità sostenibile è realizzato per conto di EAV (Ente Autonomo Volturno S.r.l.).

Napoli Stazione Monte Sant'Angelo

La scultura al momento completata, posta all’uscita Università della stazione, come la sua gemella in corso di assemblaggio, rappresenta un elemento fortemente distintivo della nuova infrastruttura, con cui si fonde l’arte con l’opera di ingegneria. Realizzata in acciaio corten, un particolare tipo di acciaio in grado di autoproteggersi dalla corrosione e dal caratteristico colore “effetto ruggine”, l’opera d’arte avvolge il pozzo di risalita della stazione in cui si inserisce, inglobando le scale mobili di accesso. Le sue dimensioni sono ciclopiche, con un peso complessivo di 220 tonnellate, una larghezza di 21 metri e una lunghezza di poco meno di 42 metri, per un’altezza massima di 19 metri. 

A caratterizzare la nuova stazione, non è solo l’arte, ma anche la sostenibilità. L’accesso Università consentirà un accesso diretto alla cittadella dell’Università Federico II, offrendo un’alternativa sostenibile alla mobilità nell’area, con una conseguente riduzione del traffico veicolare e delle emissioni di CO2. 

La stazione Monte Sant’Angelo, che è stata quasi ultimata, è parte del progetto noto come Bretella di Monte Sant’Angelo, che permetterà di collegare la Ferrovia Cumana alla Ferrovia Circumflegrea, andando a rafforzare il sistema di trasporto regionale e i collegamenti dell’area occidentale di Napoli, caratterizzata da una notevole densità abitativa. 

Lungo il tracciato, che si estende per 5,5 chilometri, dalla stazione Soccavo della Circumflegrea alla stazione Mostra della Cumana, sono previste ulteriori tre stazioni, che si aggiungono a quella di Monte Sant’Angelo: Parco San Paolo, Terracina, Giochi del Mediterraneo. 

La stazione Monte Sant’Angelo rientra tra le tante opere iconiche realizzate dal Gruppo Webuild in giro per il mondo, come ad esempio il Centro Culturale Stavros Niarchos ad Atene, in Grecia, progettato dall’architetto Renzo Piano, o anche le Stazioni dell’Arte della Metropolitana di Napoli, tra cui la più volte premiata stazione Toledo della Linea 1, eletta Metro dell’Arte più bella d’Europa. 

 

Allegati

01/10/2022 - 08:00

Webuild e Open House, alla scoperta del cantiere della stazione di Monte Sant’angelo della Linea 7 della metropolitana regionale di Napoli

Materiale informativo - Progetto Ponte sullo Stretto di Messina
(*) Informazioni obbligatorie