Indietro

28 luglio 2023

Dichiarazione sui risultati semestrale 2023

Pietro Salini, AD Webuild

 

Milano, 28 luglio 2023 - “Siamo molto soddisfatti dei risultati dei primi sei mesi e per l’intero anno 2023, che ci consentono di continuare ad essere ottimisti e di confermare le previsioni per il triennio. Credo che le performance debbano essere misurate con il metro non solo della crescita ma soprattutto della solidità e della continuità della crescita, in un orizzonte di medio lungo periodo. 

Dal 2021 ad oggi il Gruppo ha acquisito nuovi ordini per un valore di €45 miliardi. Oltre ad aver raggiunto un livello record di portafoglio ordini, a €61 miliardi, di cui la metà all’estero in mercati molto esigenti e competitivi e a basso rischio come Australia, Stati Uniti, Europa, continua a garantire performance operative uniche, con la consegna di progetti iconici come la nuova tratta della metropolitana M4 a Milano, da Linate a San Babila, il nuovo centro direzionale ENI, o il Ponte sul Danubio a Braila (Romania), secondo ponte sospeso più lungo dell’Europa Continentale. 

A questi risultati si aggiunge l’avvio di progetti iconici come la stazione Venezia a Roma della Metro C o i lavori della nuova Diga Foranea di Genova

In Italia continuiamo infatti a supportare i clienti nel portare avanti un piano di sviluppo infrastrutturale mai visto prima dai tempi del secondo dopoguerra. E lo possiamo fare grazie alla dimensione raggiunta negli anni, che ci permette di partecipare – con un ruolo di guida per la filiera dell’intero settore - a gare sempre di maggiore qualità, facendo investimenti continui in innovazione finalizzata a migliorare le performance in termini di esecuzione, sicurezza, efficienza, sostenibilità

Grazie alle competenze degli uomini e delle donne che lavorano nel nostro Gruppo, saremo sempre più in grado di soddisfare le richieste di un settore che punta su progetti complessi, in una fase di espansione del mercato delle infrastrutture a livello globale che ci spinge a concentrarci su investimenti che favoriscano la transizione energetica, la mobilità sostenibile nelle grandi città, la produzione e salvaguardia di acqua potabile, la realizzazione di impianti per prodotti per l’agricoltura sostenibile. 

Il nostro track record, con 270 progetti completati negli ultimi 10 anni e 290 acquisiti, insieme a tutta la filiera produttiva per oltre il 50% di matrice italiana, è testimonianza concreta della capacità del sistema Italia di rappresentare il settore a livello internazionale, realizzando allo stesso tempo in Italia l’evoluzione di cui il paese ha bisogno.”

Dreams come true with results

Allegati

Dichiarazione Pietro Salini sui risultati semestrale 2023

Dichiarazione sui risultati semestrale 2023

Materiale informativo - Progetto Ponte sullo Stretto di Messina
(*) Informazioni obbligatorie